You are here

Spices

Spices

Black Pepper Granulated

“Pepe, Kalo marich, spezia che fa trapelare i nostri segreti” da “La maga delle spezie”. Divakaruni.

Il pepe, dal sanscrito pippali, bacca, è stato definito a ragione “re delle spezie” essendo la spezia più consumata e più scambiata al mondo. Questa liana (piper nigrum) non necessita di grandi cure e si sviluppa lunga tutta la linea dell'equatore con un andamento simile alla vigna, per arrampicamento; la raccolta delle bacche, non ancora mature, richiede un'attività molto faticosa, svolta soprattutto dalle donne. Il pepe altromercato è molto profumato rispetto alla media. Mescolando il bianco e nero nel macinino si ottiene un sapore ancora più equilibrato.

c'è pepe e pepe...
Il pepe nero, bianco e verde nascono come bacche della stessa pianta della famiglia delle piperacee, e corrispondono semplicemente a stadi di maturazione diversi o a lavorazioni particolari.

pepe bianco - corrisponde ad una fase successiva: le bacche, in vengono messe a bagno in acqua a macerare per separarne l'involucro esterno e lasciarne i semi sferici, chiari e lisci ad essiccare. La Cina è grande estimatrice di questo tipo di pepe, che ha sapore appena meno acuto di quello nero e si sposa meglio ai sapori agrodolci. E' perfetto per piatti con fondo di cottura chiaro e gusto più soave, come i soufflé, le maionesi, le insalate.

pepe verde - il più aromatico ed erbaceo, è il pepe acerbo, quello raccolto immaturo e fresco, che viene conservato in particolari condizioni frigorifere o in salamoia

pepe nero - il più piccante, è la droga aromatica rappresentata dai frutti essiccati, da lunghe infruttescenze a spiga, rossi a maturità e, una volta secchi, neri, come le bacche più conosciute. E' versatile per tutti i piatti, ma è irriverente e dominante, dunque occhio alle quantità!

Our Products: 

White Pepper

Prodotto

“Pepe, Kalo marich, spezia che fa trapelare i nostri segreti” da “La maga delle spezie”. Divakaruni.

Il pepe, dal sanscrito pippali, bacca, è stato definito a ragione “re delle spezie” essendo la spezia più consumata e più scambiata al mondo. Questa liana (piper nigrum) non necessita di grandi cure e si sviluppa lunga tutta la linea dell'equatore con un andamento simile alla vigna, per arrampicamento; la raccolta delle bacche, non ancora mature, richiede un'attività molto faticosa, svolta soprattutto dalle donne. Il pepe altromercato è molto profumato rispetto alla media. Mescolando il bianco e nero nel macinino si ottiene un sapore ancora più equilibrato.

c'è pepe e pepe...
Il pepe nero, bianco e verde nascono come bacche della stessa pianta della famiglia delle piperacee, e corrispondono semplicemente a stadi di maturazione diversi o a lavorazioni particolari.

pepe bianco - corrisponde ad una fase successiva: le bacche, in vengono messe a bagno in acqua a macerare per separarne l'involucro esterno e lasciarne i semi sferici, chiari e lisci ad essiccare. La Cina è grande estimatrice di questo tipo di pepe, che ha sapore appena meno acuto di quello nero e si sposa meglio ai sapori agrodolci. E' perfetto per piatti con fondo di cottura chiaro e gusto più soave, come i soufflé, le maionesi, le insalate.

pepe verde - il più aromatico ed erbaceo, è il pepe acerbo, quello raccolto immaturo e fresco, che viene conservato in particolari condizioni frigorifere o in salamoia

pepe nero - il più piccante, è la droga aromatica rappresentata dai frutti essiccati, da lunghe infruttescenze a spiga, rossi a maturità e, una volta secchi, neri, come le bacche più conosciute. E' versatile per tutti i piatti, ma è irriverente e dominante, dunque occhio alle quantità!

Our Products: 

Back Pepper

Prodotto

“Pepe, Kalo marich, spezia che fa trapelare i nostri segreti” da “La maga delle spezie” Divakaruni

Our Products: 

Pages

Theme by Koperattiva Kummerċ Ġust - All Rights Reserved